Search
Search Menu

Uccellino Azzurro Onlus : Dalla Fibrotomia Graduale alla Riabilitazione

IMG-20170915-WA0001

 

Uccellino Azzurro Onlus  pone come obiettivo della propria mission la realizzazione dei migliori percorsi riabilitativi possibili e integrati.
La Fibrotomia Graduale è una tecnica chirurgica praticata dal Dt. Repetunov e dalla sua equipe che consente con una minor invasività operatoria di ridurre in maniera consistente la rigidità muscolare, conseguente alla spasticità, di cui sono affetti i piccoli pazienti con esiti di PCI ed altre forme morbose acquisite sin dalla nascita o nel corso dell’esistenza dell’individuo.
L’organizzazione di questa collaborazione prevede l’assistenza del bimbo disabile e della sua famiglia sin dal giorno della prima valutazione e, se ritenuto idoneo, fino al giorno dell’intervento.
 
Lo staff, attraverso il quale si realizzano le varie fasi operative, è composto da varie figure professionali:
 
- Laboratorio Ortopedico Mancini, nelle figure di Marcello e Marco Mancini (ed altri 15 tecnici ortopedici ) da anni esperti nel settore delle ortesi e sistemi di postura per la disabilità, e che nella propria accogliente e confortevole struttura ospitano i pazienti e le loro famiglie nel giorno della valutazione;
Terapisti della Riabilitazione, Dt. Bruno Fogliano e Dt. Antonio Tripodo che, insieme all’Osteopata Ludovica Mancini, seguiranno tutte le visite dei pazienti disabili con il Dt. Repetunov nella valutazione preoperatoria ed eventualmente fino al giorno dell’intervento.
 
L’organizzazione sopradescritta è diretta dalla minuziosa regia  della Presidente dell’Associazione Uccellino Azzurro Onlus,  Fabiola Tomasi, che prima di ricoprire tale ruolo è madre del piccolo Samuele e dunque particolarmente attenta e sensibile ad ogni necessità ed esigenza delle famiglie con bimbi disabili durante ogni fase dell’iter organizzativo necessario allintervento.
 
Effettuato l’eventuale intervento chirurgico del  paziente, la successiva fase del percorso terapeutico-riabilitativo prevede a distanza di circa un mese post-operatorio la partecipazione ai soggiorni riabilitativi intensivi di una settimana in collaborazione con l’Associazione Accademia Aquananda nella persona di Boris Ginzburg, inventore del metodo Aquananda, e da più di 30 anni specializzato nel trattamento di bambini con disabilità in acqua. 
Durante tali soggiorni è, inoltre, possibile fruire di ulteriori  opportunità terapeutiche  che integrano il percorso acquatico con particolare riferimento all’osteopatia, terapia a terra, crosystem, metodo Medek e tutto ciò si renda necessario per realizzare l’obiettivo terapeutico e senza dimenticare l’importanza di vivere emozioni in un ambiente affettivo e partecipato con il nostro motto: Insieme si può…!!!